59.jpg

Il mare a Porta Nuova

Progetto per il riuso dello scalo e della stazione ferroviaria di Porta Nuova. Nei primi anni 2000 si diffonde la notizia di una prossima chiusura della stazione e di un riuso dell’area.

Questa azione urbanistica nata nel 2002 ed evolutasi negli anni, propone di realizzare un bacino balneabile nel cuore della città.

Elaboriamo il progetto rendendolo noto tramite immagini e video, vengono distribuite cartoline e aperto un blog su internet.

 

Il blog:

ilmareaportanuova.blogspot.com,

Il video:

https://www.youtube.com/watch?v=CHq27v4o8so).

 

Negli anni cresce progressivamente la approvazione pubblica per Il mare a Porta Nuova e nel 2006 viene fondato un comitato spontaneo di cittadini per sostenere il progetto.

Con questa azione urbanistica intendevamo promuovere la diffusione di “isole naturali” all'interno della città, come luoghi utili per trovare quiete, aria pulita, mitigazione del surriscaldamento estivo, insomma uno spazio per stare in città come al mare, senza dover fuggire lontano per trovarlo.

Il mare a Porta Nuova può sembrare un progetto troppo radicale ma la forte condivisione pubblica che ha incontrato dimostra quanto siano necessari simili progetti nelle città del futuro.

Torino ha molte occasioni per realizzare questi rifugi naturali, in particolare lungo i suoi quattro fiumi, ed è su questi ambiti naturali che Zucca Architettura ha sviluppato numerosi progetti e azioni, tra cui: Torino città d’acque, Traversata, Fiumi Urbani – Dora Virtuale, Un parco naturale in centro, Il mare alla Confluenza, Circolo Canottieri Ponte Mosca, Acqua tra città e città.

Anno:

2010

Luogo:

Torino, TO, Italia

Categoria: