_Grangia Fest.jpg

Grangia Fest

Anno:

2018

Luogo:

Eclause, TO, Italia

Categoria

Nell'antico borgo alpino di Eclause (Salbertrand) la Cantina Alpina organizza ogni anno il Grangia Fest. Questo festival è un progetto culturale rivolto alla scoperta e conservazione dell’identità culturale e ambientale del borgo alpino, e al contempo è teso alla ricerca di contributi utili alla rinascita di un territorio abbandonato. In particolare a Eclause è importante ripopolare i grandi edifici vuoti diffusi nel paese: le grange un tempo a uso rurale, rivivono con il Grangia Fest ospitando spettacoli, incontri, mostre.

Vedi anche: Mostre a Eclause, Case e Grange a Eclause.

Eclause verso fine Ottocento aveva quasi trecento abitanti, per la maggior parte dediti all'agricoltura e all'allevamento. La vita durante i tre mesi estivi si svolgeva quasi sempre all'aperto, nei campi o su negli alpeggi. Ma nei lunghi mesi freddi e piovosi si viveva in casa e soprattutto nelle grandi grange, la parte degli edifici dedicata al ricovero di animali, al deposito di fieno e attrezzature, e all'esecuzione dei lavori invernali.

Gli abitanti di Eclause svolgevano nelle grange le più svariate attività: trebbiavano il grano, filavano la canapa per farne corde e tessuti, intagliavano il legno per costruire attrezzi agricoli e slitte, intrecciavano salici realizzando ceste e gerle, e molto altro ancora.

Le grange sono edifici giganteschi: al piano seminterrato la stalla, solitamente sormontata da quattro volte a crociera convergenti su di un pilastro centrale in pietra, al livello superiore una grande spazio per il lavoro, dotato anche di lunghi balconi rivolti al sole per l'essiccazione, e ai livelli ancora superiori enormi vani per la conservazione di fieno, paglia, canapa.

Oggi in un paese spopolato le grange sono vuote e in mancanza di manutenzione molte sono crollate.

Il Grangia Fest torna ad abitare questi spazi con l’intento di accogliere nuove energie e immaginare nuovi usi.

Ogni anno aggiorniamo la mappa del Grangia Fest indicando la localizzazione degli eventi in programma, nelle case, nelle grange, nel territorio agricolo.

Sulla mappa inoltre sono evidenziati i luoghi salienti del paese, per ricordarne le antiche attività e consuetudini.

Così sulla mappa si può leggere una commistione tra i luoghi storici e l’attuale laboratorio di nuovi usi. In questo modo, anno dopo anno, può iniziare a trasparire la mappa del futuro di Eclause.