Abitare le OGR

Abitare le OGR

Intervento con “città svelata” il 25 maggio 1996.

Progetto e realizzazione. Con il patrocinio della Città di Torino.

A Torino con l’approvazione del nuovo Piano regolatore comunale del 1995 viene sancita la demolizione delle fabbriche dismesse, molte erano situate in prossimità del centro urbano.
Anche le Officine Grandi Riparazioni delle ferrovie, costruite a fine ottocento, erano destinate all’abbatimento.
Città svelata il 25 maggio 1996 interviene con “FABBRICHE – Abitare le OGR”. Coinvolgendo enti pubblici e imprese organizzammo un evento della durata di un giorno: affluirono diecimila visitatori nei ventimila metri quadrati della fabbrica.
Le OGR rimasero in piedi e sono divenute uno dei più importanti luoghi pubblici della città.
Tra gli allestimenti realizzati dentro le OGR: “piazza coperta”,  “giardino in fabbrica – eruzione vegetale”, “giocatori di tamburello”, Ciro Buttari canta nel “Duomo”.
Con la collaborazione del gallerista Tucci Russo e di Gail Cochrane sono state installate opere di Richard Long, Luigi Mainolfi, Julian Opie, Tony Cragg.
Durante l’intervento è stato girato il film: “OGR – zona gialla”, regia di Lucio Lionello e Alessandro Tannoia, fotografia Mario Pegoraro, progetto e produzione di città svelata.
Locandine di città svelata (21cm x 21 cm) con foto aera, testo, ideogrammi e programma, distribuite in 10.000 copie.
[dalla rassegna stampa: Flash Art, anno XXIX n°200, “Progett/Azioni” ott. ’96; La Repubblica “Prati e alberi al coperto per giocare in fabbrica”, 22 maggio ’96; La Stampa “L’arte si svela in fabbrica“, 24 maggio ’96; La Repubblica “Le nuove officine dell’arte“, 26 maggio ’96; La Stampa “La cattedrale svelata”, 26 maggio ’96; Torino Sette, 24 maggio ;  “geografie del lontano vicino”, Ivana Mulatero Domenico Papa, Città di Torino Regione Piemonte, 2000; Intervista e presentazione del lavoro su Radio Flash, sett. ‘96]
“citta’ svelata, ricerche e battaglie per la qualita’ dello spazio pubblico” e’ un’associazione attiva negli negli anni novanta per parlare e far parlare dei cambiamenti della citta’, nell’arco della sua attività ha realizzato un lavoro di comunicazione sui cambiamenti possibili, attraverso azioni simboliche e incontri collettivi.

Nell’immagine di copertina le OGR il 25 maggio 1996. Foto di Luisa Rabbia

Vedi anche altre immagini

Dettaglio progetto

Luogo:
Anno:
Cliente:
Tipologia: ,